Luigi Di Maio:”Con Silvio Berlusconi non può esserci nessun cambiamento”.

Il leader Pentastellato replica così:”Capisco che Salvini abbia difficoltà a sganciarsi da Berlusconi ma da Arcore non può partire nessuna proposta di cambiamento”

Dopo la consultazione di Di Maio con Sergio Mattarella non è stato fatto nessun passo avanti, anzi qualche passo indietro.

“Non è il governo di cambiamento che vogliamo, quello che chiede Salvini, un governo con dentro Meloni, Berlusconi, Salvini e il M5s”, spiega Di Maio. “Se questa è la sua idea non può essere la nostra, se stanno immaginando questo film per noi è un film che non esiste. Il nostro obiettivo è mandare avanti le lancette non indietro. Se la Lega vuole discutiamo delle proposte per gli italiani”, replica il leader M5S che ribadendo: “Salvini non può pensare di chiederci un governo ammucchiata, soprattutto in questo momento storico”.

Di Maio, sabato a Ivrea alla kermesse organizzata da Casaleggio con tutti i con tutti i suoi fedelissimi , si era limitato a parlare nella pausa pranzo. Poche parole per dire che il contratto di governo alla tedesca, con Lega o Pd, resta l’obiettivo primario del capo politico M5S. Parole prudenti del Pentastellato Di Maio, che da qui a qualche ora, si aspetti una proposta dai suoi interlocutori. «Vedo che ci sono delle evoluzioni, attendiamo», spiega, ricordandolo come un «passo avanti» le parole del reggente del Pd Maurizio Martina, che commenta l’apertura a mezzo stampa di Di Maio accogliendo la sua «autocritica» ma sottolineandone la permanenza «dell’ambiguità politica». E, sostanzialmente, non spostando il Pd dal ruolo fondamentale di opposizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *